Lui, il Re!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMMENTO AL LIBRO SUL BLOG “LE PAGINE DI SHARMA.IT” trovate l’indirizzo nel menù a fianco.

In un mobile del quattrocento un archeologo, per puro caso, scopre un doppio fondo, all’interno di esso rinviene un tubo di cuoio catramato. Aperto il tubo troverà pagine e pagine scritte in latino. Questo romanzo racconta la traduzione dello studioso fatta con tanta fatica e dedizione. Una rivelazione, la scintilla brillerà nuovamente in lui…

È la storia di un uomo Arkan Shanar Melkay vissuto 2013 anni fa. Quest’uomo in un giorno qualsiasi ebbe il richiamo, l’illuminazione, la visione della nascita di un bimbo dagli occhi azzurri profondi come il mare. Quest’uomo è il quarto Re, gli altri tre lo stavano attendendo, la stella luminosa era in cielo, ma prima lui doveva liberarsi dai suoi peccati e dal fardello pesante di una vita dissoluta che per anni si portava dietro. Arkam doveva mettere le cose in ordine, lui uomo, lui ladro, approfittatore, usurpatore, colui che ha vissuto tutta una vita di espedienti e di amori facili. Una vita agita a discapito delle ricchezze altrui. Ora prova un sentimento più forte, deve seguire quella strada, deve purificare se stesso, come farà a presentarsi dinnanzi al bambino? Tutti gli altri re avevano con loro un regalo, cosa mai avrebbe potuto donare? Non possedeva nulla , si era liberato di tutti i beni materiali, ormai viveva di poco alla ricerca della giusta strada che lo separava dal bambino miracoloso del quale sentiva il suo amore immenso irradiarsi dentro di se. Doveva percorrere quella strada, la doveva cercare, si doveva purificare, ora sapeva cosa la vita lo attendeva, la mortificazione della carne la sublimazione dello spirito. Passano gli anni, ma la sua ricerca risulta vana, sa solo che deve andare verso est alla ricerca del Messia… verso Betlemme.

Una storia intessuta sulle basi della tradizione cristiana e sui miti dei Re Magi, ma a mio avviso possiede una chiave di lettura molto più ampia , vasta, che comprende tutti gli uomini di qualsiasi credo religioso o se volete di nessun credo religioso. L’uomo solitario alla ricerca della sua strada, alla ricerca di voler e dover dare un senso alla sua vita, ad una vita che è una benedizione e che deve essere onorata fino al suo ultimo giorno. Considerare il percorso come un viaggio all’interno di se stessi, di come rendersi migliori e come renderlo alle persone che ci vivono accanto, dare un senso alla vita illuminandosi e quindi illuminando il proprio commino di consapevolezze e onorabilità. Se cercando, scrutando ed analizzando comprendiamo quale essa sia, comprendiamo da quale scintilla siamo illuminati, solo così arriveremo alla fine del nostro percorso sereni, felici di quello che siamo stati e di quello che abbiamo dato. Appagati e pieni d’amore, ancora, da donare e alla fine di ricevere!

Un romanzo insolito, illuminante, per comprendere quali siano le priorità della vita, per comprendere quale sia il nostro baricentro e con testa alta comminare tutti i giorni che ci sono consentiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *